La vita è meraviglia

Home / Appunti / Un diario per te – S.02X04

Un diario per te – S.02X04

Eccomi a confronto nuovamente con il mio peggior difetto. La pigrizia e la paura di iniziare.

Da bambina ogni cosa iniziavo erano mal di pancia lancinanti. Mio padre mi chiamava Diesel, perchè poi una volta che ero in moto non mi fermavo più.

E ieri ero qui. Vestita. Già pronta alle 20. Poi mi sono messa sul divano. Ho iniziato a pensare. Rilassarmi. Farmi domande. Crearmi dubbi. Ipotesi.

E se lui non venisse?!? Io non entro.

E se poi lo vedo e mi accorgo che non mi piace?!?

E se mi piace e lo perdo come al solito?

E’ troppo piccolo, continuavo a dirmi. Non va bene. E poi non abbiamo ancora scopato e magari a letto nemmeno mi piace. E io sulla parte fisica non discuto. Deve essere come piace a me. Sarà inesperto. Avrà avuto solo donne più piccole di lui o della sua età. A 20 anni cosa vuoi sapere di sesso.

E quando ho guardato l’orologio erano le 21.23

Cazzo, ho pensato. Ho fatto per alzarmi. Ma poi ho cominciato a pensare che oramai è passata. E se non ci sono andata è perchè non deve funzionare. I pensieri si sono gonfiati all’inverosimile e lui è diventato un mostro. Uno dei peggiori uomini della mia vita. Verso le 22.15 mi calmo. Cerco di respirare. Mi faccio un gin tonic. Hendrix e fever tree. Rileggo qualche cosa degli ultimi giorni.

Sorrido quando leggo questo e sorrido all’idea di condividere anche solo qualche ora con uno così. Sarebbe stupendo. Finalmente qualcuno che non mi romperebbe le palle se dimentico acceso qualcosa. Finalmente una persona come me. Con la testa altrove ma il cuore sempre presente.

E poi riguardo alcuni suoi modi di presentarsi. Pensieri illogici sparsi. Mi fa ridere. Mi ha preso un regalo. Sto per addormentarmi. Sorrido al suo pensiero. Forse dovrei scrivergli. Ma no, domani dai.

Il risveglio è lungo. Apro gli occhi alle 7. Ma mi alzo alle 9. Fortune di lavorare in casa.

Apro il computer. Leggo il diario. Non ha scritto ancora.

Aspetto.

Arriva mezzogiorno. Ho un pranzo di lavoro. Controllo. Non ha scritto ancora.

Mi preoccupo?!?

Mando sms!??

Mi arriva una telefonata. Mi perdo nei pensieri lavorativi.

 

 

 

To get the latest update of me and my works

>> <<