La vita è meraviglia

Home / Appunti / Se resti, ti lascerò andare – Ep. 01

Se resti, ti lascerò andare – Ep. 01

Jak è a casa da ore. Il sole dell’estate, che a queste latitudini non differenzia più il giorno dalla notte, non rende l’idea della lunga giornata passata tra lavoro e figlio. La sua faccia, invece, rende perfettamente il bisogno di vacanze. Allie apre la porta. Da qualche giorno ha le chiavi di casa di Jak e, anche se si frequentano da due settimane, lui si fida di questa ragazza, non lo spaventa come tutte le altre e le chiavi gliele ha lasciate praticamente dal secondo appuntamento. Anche lei, stranamente, non ha fatto nemmeno una piega quando le ha trovate sul tavolo di casa sua. Jak la guarda dal divano. Sorride stanco.

J: Sei tornata presto – si conoscono da poco ma le abitudini sono semplici da capire – tutto bene?

A: Si. Avevo voglia di parlare con te – Allie mentre parla si avvicina al divano, non lo bacia ma lo accarezza sul braccio, un gesto di amicizia più che di intimità – e il mercoledì so che ti addormenti presto.

Jak si stiracchia. La guarda con sguardo intimidito. Sa che gli deve dire qualcosa di importante. Non vorrebbe. Ma chiede.

J: Cosa volevi dirmi?

A. Che vado – Pausa di riflessione, quasi teatrale. Lei si sistema sul divano con un piede sotto la coscia, sistemazione scomoda, come quello che sta per dire – Che mi hai fatto star bene. Ma io non mi voglio legare. Potrei star bene con te, ma se mi avvicino troppo, lo so già, poi ti perdo.

Jak non si scompone. Le donne non lo sorprendono più. Vorrebbe lo sorprendessero, ma non lo fanno più. Lei però qualcosa ha mosso, perché ora quell’uomo stanco si sta alzando dal torpore del divano. Si siede. Prende la sua mano.

J: Ok. Vai pure. Alla fine lo sapevo che saresti andata – Da un bacio alla sua mano, si alza, si avvicina al tavolo e si versa un goccio di birra già aperta – Me lo hai detto fin da subito. Posso farti un’ultima domanda?

A: Si certo

J: Quanto tieni alla tua libertà?

A: Da quando è finita con Mark è la cosa più importante che ho. Il mio ex marito me l’aveva prosciugata. Ora la difenderei anche a costo di perdere una cosa bella come te

J: E perché io sarei una minaccia alla tua libertà?

Ora Jak si riavvicina. Non si sdraia, ma si mette seduto a terra ai suoi piedi, la guarda dal basso. Lei è alta, ma così sembra ancora più imponente.

A: Perché poi i tempi, i modi, le cosa da fare, le responsabilità da dividere, gli spazi in casa che non sono più solo miei. Tutte queste cose tolgono tempo e spazio. Non scelgo più. Mi sento soffocare.

Jak sorride

J: Io non ho bisogno di dividere. Anzi, vorrei moltiplicare per due. Due case, due spazi, due vite. E non per forza una casa, uno spazio, una vita da dividere in due. Mi viene già la claustrofobia. Ti ricordi che anche io ero sposato con una succhiaaria?

Allie sorride.

A: Si ma non si fa così. Qualsiasi cosa sarà tra noi. Non si fa così

J: E chi lo dice?

A: Tutti

Jak ora si alza. Non sa mai stare fermo durante una chiacchierata. Questa cosa ha incuriosito subito Allie. Le piace il suo costante andirivieni. Sia mentale che fisico.

J: Tu resta e io ti lascerò andare – fa una pausa, beve un sorso di birra, posa il bicchiere – Tu resta nella mia vita e io ti darò ancora più libertà. Io voglio migliorare la tua vita, non rovinarla

A: E come farai?

Allie è seriamente perplessa. Jak vede la sua faccia accigliata. Gli passa la mano sulla fronte come a liberare la ruga in mezzo agli occhi.  Poi il dito scende sul naso. Lo appoggia alla bocca, al mento. Sulle spalle. Sorride.

J: Ascoltandoti, parlando e ridendo. Non invadendo i tuoi spazi, i tuoi luoghi, lasciandoti libera e nello stesso tempo, cercandoti sempre. Ti voglio libera. Libera da me. Libera di starmi lontana. Libera di starmi vicina. Libera di essere quello che sei. Io ci sono, ci sarò e voglio la tua anima, la tua vicinanza, non il tuo corpo, non la tua prigionia, non il tuo malessere.

Allie si alza. Lo bacia in fronte. Prende le chiavi e si avvicina alla porta.

A: Non mi fido. Buonanotte

Jak non la guarda nemmeno. Si mette sul divano.

 

 

To get the latest update of me and my works

>> <<