#HK7s Per un po’ abbiamo scherzato

Siamo ad Hong Kong e a me, di Hong Kong, vengono in mente solo delle grandi risse.

Tolti gli schiaffi però ad Hong Kong vedremo delle grandi partite fin dalle prime battute del torneo.

C’è un girone della morte (Pool A) all’interno del quale abbiamo:

Un rientro fondamentale.

Vakatawa. Francia trasformata. Da nazione poco competitiva nelle ultime tappe ad una sorpresa possibile.

Due delle cose più belle scese su un campo da Rugby sevens nell’ultimo anno.

Pita Haki e Sonny Bill. I mostri son tornati e gli all blacks sono i miei personalissimi favoriti.

Il giocatore più decisivo delle World series (Forse il secondo dopo Rawaca)

Collins Injera. Se non sapete chi e quale impatto ha il buon Collins ha fatto 54 placcaggi nei primi 6 round e una media di 3,55 mete a round.

LA SORPRESA di Vancouver

Phoenix Hunapo-Nofoa. GO SAMOA. Ho detto tutto, loro sono la gioia di questo sport. Teniamoli vivi.

C’è altro!??

C’è Tuwai ha recuperato dal’infortunio. Come dici!?? Tuwai chi?!?

Fiji è nel girone più semplice del torneo. Mi aspetto un record di mete epico.

C’è l’esordio della Korea e siamo tutti un po’ curiosi di vedere il ritorno tra le grandi dell’Inghilterra. Finalmente in un girone più semplice, ma comunque senza Bibby. Potrebbe esserci ancora una volta il sorpasso di Galles e Scozia tra le Europee ai danni di un gruppo, quello inglese, che fatica a dare continuità al gioco e ai risultati.

Credo si possa chiudere qui.

Ah beh, poi ci sono gli USA di Coach Mike Friday, che ci insegna alcune interessanti cose.

 

 

Per tutti gli altri appuntamenti del Week-enD WEEK-END DI @RUGBY

Share Button
http://tinyurl.com/hp9ny4e

Gabriele Colombo

Ha una passione smodata per Guzzanti, per le copertine di Undici, per il campari. Si ispira ad Andrea Agostinelli come giornalista e a Fabio Boscacci come P.r. Per il resto fa tante cose, tranne lavorare

You May Also Like

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *